EN

Che cos'è il vintage originale e come saperlo riconoscere

Con il termine "vintage" ci si riferisce ad un periodo compreso tra i 20 e gli 80 anni precedenti al momento attuale: può essere un oggetto, una moda, un pensiero... qualunque cosa prodotta o ideata in un'epoca passata e precisamente identificabile per caratteristiche specifiche attribuibili al momento in cui è stata concepita.

 

Non tutto può dirsi automaticamente vintage: un oggetto usato è semplicemente un oggetto usato se non presenta particolarità proprie al periodo cui appartiene. Un oggetto nuovo prodotto con elementi distintivi di età precedenti va definito "retrò" oppure "remake" mentre si parla di "antiquariato" per oggetti risalenti ad oltre gli 80 anni.

 

Dunque come distinguere il vintage originale? Ci sono alcune semplici accortezze che possono aiutare anche i meno esperti a non sbagliare nella scelta dei prodotti. 

 

Ad esempio nell'abbigliamento il vero vintage non può essere disponibile in taglie e quantità: trattandosi di articoli non più sul mercato, diffidate da chi vi presenta lo stesso capo in taglie diverse e in quantità illimitate. Certo può capitare che chi vende abbia avuto la fortuna di incontrare stock o rimanenze di magazzino, ma questo è un fatto veramente rarissimo. Di norma si tratta di remake, non di vero vintage.

 

Ricordatevi inoltre che la produzione industriale a livello globale è un fenomeno degli ultimi decenni: per quanto un indumento potesse essere prodotto su larga scala, i numeri rimangono comunque entro certi limiti, in particolare se ci interessa il sartoriale e fatto a mano.

 

La regola delle taglie e quantità vale ovviamente anche per oggetti di uso quotidiano come borse e scarpe che per quanto ben tenuti, non è possibile che non presentino anche minimi segni d'usura: le borse vanno osservate nelle piccole finiture come manici, bordi e fondo, le scarpe nella suola sia esterna che interna e sopratutto nella "rigidità" perchè tutti sappiamo che la scarpa nuova ha una certa resistenza nell'abbracciare il piede che si performa solo dopo averla indossata.

 

C'è sempre l'eventualità che un oggetto sia stato comprato e mai usato, ma come sappiamo questa è un'eccezione, soprattutto se parliamo di grandi marche che spesso vengono acquistate proprio per dimostrazione di un certo status sociale o distinzione o moda. Diffidate inoltre di chi vi presenta borse e scarpe in diverse varianti come colore e dimensione, probabilmente vi sta vendendo del remake. 

 

Anche saper distinguere i materiali e tipi di lavorazione è importante ad esempio le cuciture di un capo fatto a mano sono ben diverse da quelle fatte da un macchinario industriale ed in particolare a questo riguardo l'eccezionale qualità dell'artigianato italiano è ciò che ha permesso di coniare il brand "Made in Italy" applicabile in modo trasversale a tantissimi settori dell'economia nostrana. 

 

Sarebbe bello fare una retrospettiva su questi dettagli, ma diventerebbe un'impresa finanche donchisciottesca perchè molto spesso si tratta di segreti gelosamente custoditi, soprattutto in ambito alimentare.

 

Queste regole valgono ovviamente anche per libri, riviste, giocattoli, vinili e fumetti... qualunque tipo di articolo che muove il nostro interesse per passione e amore. Anche i più accorti collezionisti hanno tenuto almeno una volta tra le mani l'oggetto del proprio desiderio prima di riporlo con la massima cura nell'imballo perfetto che garantisse la migliore della conservazione.

 

Ed anche i dipinti di Leonardo necessitano di restauro di tanto in tanto sebbene tenuti in condizioni che la migliore scienza sempre migliora. Il tempo è una variabile a cui tutto è soggetto ed è questo che ci piace, che il tempo non è denaro ma valore.

Altre News

Resta in contatto con le ultime offerte
 Privacy policy